Bonus Covid 2.400 euro: partito il pagamento automatico dall’INPS

Bonus Covid 2.400 euro: partito il pagamento automatico dell’indennità una tantum prevista dal Decreto Sostegni. Lo ha annunciato l’INPS con il messaggio n. 1452 dell’8 aprile 2021. Ancora non è disponibile la procedura per l’invio delle nuove domande, da presentare entro la scadenza del 30 aprile.

✅ DAI FORZA AI LORO SOGNI!
✅ RISPARMIO GIOVANE alla scadenza contrattuale ti riconosce:
✅ Aumento del 10 % del capitale se tutti i premi sono stati pagati regolarmente o 20% nel caso in cui il ragazzo abbia conseguito il diploma di scuola secondaria superiore
✅Contattami o clicca qui per saperne di più https://wa.me/393387689640

Bonus Covid 2.400 euro: eseguito il pagamento automatico dell’indennità una tantum.

Con il messaggio numero 1452 dell’8 aprile 2021 l’INPS annuncia di aver erogato quanto dovuto ai beneficiari dei precedenti bonus previsti dal decreto Ristori e che, in base al precedente messaggio numero 1275 dello scorso 25 marzo, non dovevano fare nuovamente domanda.

Dovrà presentare domanda chi, al contrario, non ha beneficiato dei precedenti bonus. La scadenza per l’invio è fissata al 30 aprile 2021, ma la procedura sul portale INPS non è ancora attiva.

Bonus Covid 2.400 euro: partito il pagamento automatico dall’INPS

È già arrivato il pagamento automatico del nuovo bonus INPS 2.400 euro concesso dal Decreto Sostegni.

Lo ha reso noto lo stesso Istituto con il messaggio numero 1452 pubblicato l’8 aprile 2021.

I destinatari della nuova indennità prevista dal decreto Sostegni che non hanno dovuto presentare domanda sono i beneficiari del bonus introdotto dagli articoli 15 e 15-bis del Decreto Legge 28 ottobre 2020, n. 137 (Decreto Ristori).

L’INPS ha provveduto alla liquidazione dell’indennità una tantum nei confronti delle seguenti categorie di lavoratori:

  • stagionali dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • intermittenti;
  • autonomi occasionali;
  • incaricati alle vendite a domicilio;
  • a tempo determinato dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • dello spettacolo;
  • dipendenti stagionali appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali.

Dovranno aspettare ancora i lavoratori in somministrazione presso aziende utilizzatrici appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali, inclusi tra i destinatari del bonus solo con il Decreto Sostegni.

Si ricorda, inoltre, che sempre il Decreto Sostegni ha alzato il tetto massimo di reddito annuo dei lavoratori dello spettacolo da 50.000 a 75.000 euro.

Bonus 2.400 euro: attese le istruzioni per chi deve ancora fare domanda

Se chi ha già ottenuto il bonus 1.000 euro del Decreto Ristori ha ricevuto il pagamento in automatico dall’INPS, la restante platea di beneficiari dell’indennità del decreto Sostegni dovrà presentare domanda entro la scadenza del 30 aprile 2021.

Per l’invio delle nuove domande è ancora attesa una comunicazione da parte dell’INPS sull’avvio della procedura.

Ad oggi il servizio per i nuovi beneficiari non è ancora attivo. Come si evince accedendo al portale MyINPS, la procedura per presentare domanda risulta ancora ferma all’indennità Covid prevista dal Decreto Ristori.

Si rimane, quindi, in attesa di aggiornamenti.(fonte:informazionifiscali.it)

Contattaci per una consulenza gratuita

Per informazioni o preventivi compila il Form e ti ricontatteremo al più presto.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.