Domanda reddito di emergenza, proroga a luglio ed invio anche al CAF: le novità

Domanda reddito di emergenza entro la fine di luglio: la novità nel nuovo decreto approvato il 15 giugno 2020. Si può richiedere il REM anche tramite CAF, secondo quanto comunicato dall’INPS.

Domanda reddito di emergenza, scadenza prorogata a luglio: la novità è parte delle misure contenute nel nuovo decreto approvato in Consiglio dei Ministri il 15 giugno 2020.

La scadenza ordinaria per richiedere il REM è stata fissata dal decreto Rilancio al 30 giugno 2020. Il Governo, anche considerando la precaria situazione economica e lavorativa, concede più tempo alle famiglie per l’invio dell’istanza all’INPS.

Non cambia invece la durata dell’aiuto economico, che sarà riconosciuto per due mesi, per un importo pari ad un minimo di 400 euro e fino ad un massimo di 840 euro.

La domanda per il reddito di emergenza potrà essere inoltre presentata anche tramite i CAF, stando alle nuove indicazioni fornite dall’INPS con il comunicato stampa del 12 giugno 2020.

Contattaci per una consulenza gratuita

Per informazioni o preventivi compila il Form e ti ricontatteremo al più presto.

Domanda reddito di emergenza, proroga a luglio ed invio anche al CAF: le novità

Ci sarà un mese di tempo in più per fare domanda di reddito di emergenza: la scadenza ultima per inviare istanza all’INPS slitta dal 30 giugno al 31 luglio 2020.

Come anticipato, è il nuovo decreto del 15 giugno, denominato “Ulteriori misure urgenti in materia di trattamenti di integrazione salariale a rivedere i tempi per richiedere il REM, prorogando inoltre la durata della cassa integrazione.

Non cambiano per il momento durata ed importo del reddito di emergenza. Il calcolo dell’indennità riconosciuta a chi non ha avuto accesso agli altri sussidi introdotti per l’emergenza Covid-19 è effettuato sulla base dei seguenti parametri:

Composizione nucleoScala di equivalenzaImporto Rem
Un adulto1400 euro
Due adulti1.4560 euro
Due adulti e un minorenne1.6640 euro
Due adulti e due minorenni1.8720 euro
Tre adulti e due minorenni2 (La scala di equivalenza teorica per questo nucleo sarebbe stata pari a 2.2, ma è abbattuta a 2, come prescritto dalla norma)800 euro
Tre adulti e due minorenni di cui un componente è disabile grave2.1 (La scala di equivalenza teorica per questo nucleo familiare sarebbe stata pari a 2.2. ma è abbattuta a 2.1 in presenza di componenti in condizioni di disabilità grave o non autosufficienza come definite ai fini ISEE)840 euro

Domanda reddito di emergenza, scadenza il 31 luglio 2020: invio anche tramite CAF

Accanto ai due canali (diretto e Patronati), la domanda per richiedere il reddito di emergenza potrà essere presentata anche tramite i CAF.

A comunicarlo è l’INPS, che amplia le modalità di richiesta del REM. Più nel dettaglio, i nuclei familiari in difficoltà a causa dell’emergenza da Covid-19 potranno fare domanda:

  • tramite i servizi offerti dai centri di assistenza fiscale;
  • tramite i servizi offerti dai Patronati;
  • online, dal sito www.inps.it, autenticandosi con PIN, SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) almeno di livello 2, CNS (Carta Nazionale dei Servizi) e CIE (Carta di Identità Elettronica).

La tempistica di invio della domanda sarà per ovvie ragioni rilevante ai fini dell’accredito della somma riconosciuta. Il reddito di emergenza sarà erogato in due rate e chi invierà domanda a giugno riceverà il sussidio per il mese di giugno e luglio 2020.

L’invio della domanda a luglio sposta di un mese la data di riconoscimento della somma complessivamente dovuta: il secondo bonifico verrà pagato nel mese di agosto, salvo nuove disposizioni da parte dell’INPS.(fonte:informazionefiscale.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *