Bonus bici, ancora attesa per la piattaforma: istruzioni da seguire nella fase transitoria

Bonus bici, si attende ancora la piattaforma per la procedere con la richiesta: nel frattempo è già possibile procedere con gli acquisti ma seguendo specifiche istruzioni. Entro metà luglio il portale gestito da Sogei dovrebbe arrivare online.

Bonus bici, per poterlo richiedere è necessario che il Ministero dell’Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare metta a disposizione la piattaforma dedicata.

Nessun click day previsto. Il portale sui cui presentare domanda per ottenere il buono mobilità sarà realizzato da Sogei e arriverà online entro metà luglio, secondo le ultime indicazioni del ministro Sergio Costa.

La piattaforma, infatti, non ha ancora visto la luce sul web. Ma tutti coloro che hanno esigenza di dotarsi di una bicicletta o di un monopattino e vogliono beneficiare dello sconto fino a 500 euro possono procedere con l’acquisto anche in questa fase transitoria. Devono, però, tenere conto di alcune particolari istruzioni: prima di tutto è necessario conservare fattura o scontrino parlante.

Contattaci per una consulenza gratuita

Per informazioni o preventivi compila il Form e ti ricontatteremo al più presto.

    Bonus bici, ancora attesa per la piattaforma: istruzioni da seguire nella fase transitoria

    Il bonus bici, introdotto dal Decreto Rilancio, consiste in un contributo pari al 60% della spesa sostenuta e può arrivare fino a un massimo di 500 euro per l’acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, per i veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica e per i servizi di mobilità condivisa a uso individuale esclusi quelli mediante autovetture.

    Il contributo è utilizzabile da chi ha i requisiti richiesti a partire dal 4 maggio e fino alla scadenza del 31 dicembre 2021.

    Come ha chiarito il Ministero dell’Ambiente nelle risposte a domande frequenti pubblicate il 21 maggio 2020, il buono mobilità deve essere generato tramite un’apposita piattaforma, che dovrebbe arrivare online entro metà luglio.

    Nel frattempo, quindi, è possibile comunque procedere con gli acquisti che danno diritto al bonus bici ma tenendo conto di due elementi:

    • per ricevere il contributo bisognerà aspettare la pubblicazione del portale;
    • gli acquisti di bici, monopattini, e servizi di sharing devono essere effettuati secondo le indicazioni fornite dal Ministero dell’Ambiente.

    Le regole da seguire per poter applicare il bonus bici sono le seguenti:

    • è necessario farsi rilasciare una fattura dal venditore non basta lo scontrino, secondo le ultime novità potrebbe bastare anche lo scontrino parlante, ovvero con l’indicazione della natura, qualità e quantità dell’operazione e del codice fiscale del cliente;
    • la bici può essere acquistata in qualsiasi negozio, anche online, a patto che venga emesso il documento fiscale;
    • quando sarà online la piattaforma sarà necessario richiedere l’erogazione del bonus presentando un’apposita domanda e allegando la fattura emessa dal venditore.

    Bonus bici, come beneficiarne quando sarà online la piattaforma

    Percorso inverso dovranno seguire tutti coloro che vorranno richiedere il bonus bici una volta che sarà pubblicata online la piattaforma.

    La prima differenza sostanziale consiste nel fatto che per gli acquisti effettuati in questa prima fase transitoria il contributo viene riconosciuto agli acquirenti, mentre nella fase successiva sarà il venditore ad applicare uno sconto sul prezzo della bici e del monopattino in presenza del buono mobilità.

    Il buono spesa digitale deve essere generato tramite la piattaforma del Ministero dell’Ambiente seguendo le istruzioni indicate:

    • sarà necessario accedere tramite le credenziali SPID;
    • generare il voucher indicando il mezzo o il servizio da acquistare a scelta tra i seguenti:
      • biciclette nuove o usate, sia tradizionali che a pedalata assistita;
      • handbike nuove o usate;
      • veicoli nuovi o usati per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica;
      • servizi di mobilità condivisa a uso individuale, come ad esempio il bike sharing;
    • individuare un venditore, scegliendo solo tra quelli accreditati.

    Dalla generazione del bonus bici tramite la piattaforma dedicata, attesa per metà luglio, all’acquisto non devono passare più di 30 giorni.(fonte:informazionefiscale.it)

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *