Cutro: Ulteriori BUONI SPESA – Ecco il Modulo per la richiesta(scadenza 30/04/’20)

C O M U N E D I C U T R O
(Provincia di Crotone)
Piazza del Popolo cap:88842 tel 0962/7771581- PEC : sindaco.cutro@asmepec.it
CF e P.IVA 00319390795
UFFICIO DEL SINDACO
Prot.n. 6033 del 24/04/2020
AVVISO PER L’ASSEGNAZIONE DI ULTERIORI BUONI SPESA A FAVORE DI PERSONE E/O FAMIGLIE IN CONDIZIONI DI DISAGIO ECONOMICO E SOCIALE CAUSATO DALLA SITUAZIONE EMERGENZIALE IN ATTO, PROVOCATA DALLA DIFFUSIONE DI AGENTI VIRALI TRASMISSIBILI (COVID-19).
Questo Comune, al termine della prima fase di consegne, intende distribuire ulteriori buoni spesa a cittadini che vivono uno stato di difficoltà socio-economica causa dell’emergenza Covid-19 .
Con decreto sindacale n. 4 del 23/04/2020 è stato approvato il presente avviso per l’assegnazione del bonus alimentare a favore di persone o famiglie in condizione di disagio economico e sociale.

OGGETTO E BENEFICIARI:
Il presente avviso è diramato in costanza della situazione emergenziale dovuta alla diffusione del virus Covid-19 ed è volto a sostenere le persone e le famiglie in condizioni di assoluto momentaneo disagio. Possono presentare istanza di ammissione all’erogazione di un buono spesa i nuclei familiari, anche monoparentali, in gravi difficoltà economiche, senza alcun reddito disponibile e alcuna forma di sostentamento reperibile attraverso accumuli bancari o postali.
Gli interessati dovranno presentare domanda preferibilmente a mezzo posta elettronica – all’indirizzo politiche.sociali1@libero.it oppure a mezzo posta elettronica certificata all’indirizzo protocollo.cutro@asmepec.it; Solo in caso di indisponibilità dei suddetti strumenti, la domanda può
essere trasmessa tramite whatsApp al seguente numero 3714413955.
La domanda va presentata utilizzando l’allegato modello.
I soggetti che hanno già presentato domanda per la partecipazione al primo avviso saranno valutati d’ufficio, secondo i criteri stabiliti nel presente avviso. Pertanto i soggetti non devono assolutamente presentare una nuova domanda.
CRITERI.
Il presente avviso è volto alla concessione del buono spesa mediante il riparto delle risorse ancora disponibili.
In seguito all’istruttoria, in attuazione dell’OCDPC n. 658 del 29/03/2020,gli assegnatari saranno contattati a mezzo telefono o email, con cui gli si comunicherà di essere beneficiari del bonus, l’importo dello stesso e le modalità per spenderlo. Saranno consegnati buoni cartacei con codici
identificativi .
Coloro che beneficiano di altri istituti previdenziali da cui possono trarre sostentamento (come ad es. cassa integrazione ordinaria e in deroga, stipendi, pensioni, pensioni sociali, pensione di inabilità, reddito di cittadinanza, Naspi, Rei, contributi connessi a progetti personalizzati di intervento, altre indennità speciali connesse all’emergenza coronavirus ecc.) sono ammessi, nei limiti delle risorse disponibili, per un importo pari alla differenza tra quanto percepito e gli importi indicati alla voce
IMPORTO DEL BUONO SPESA”, sulla base dei componenti il nucleo familiare.
I richiedenti, alla data di presentazione della domanda, devono avere una giacenza di risparmi in c/c bancari o postali, titoli, altri depositi con somme non superiori ad euro 2.500,00.
In base ai nuovi criteri di cui al presente avviso, saranno erogati ulteriori buoni spesa ai soggetti già beneficiari, per un importo pari alla differenza tra quanto avuto e quanto spettante in base ai nuovi importi, fatto salvo quanto sotto riportato. Nell’ assegnazione sarà data priorità ai nuclei familiari non beneficiari di alcun sostegno al reddito, e soltanto successivamente saranno ammessi al beneficio, secondo il seguente ordine di priorità i nuclei familiari che:

  1. sono stati già assegnatari di buoni spesa secondo gli elenchi già approvati, previa presentazione di apposita dichiarazione sottoscritta e corredata dal documento di riconoscimento, di continuare a possedere i requisiti dichiarati nella domanda già inoltrata. In
    tal caso spetterà un importo pari alla differenza tra quanto avuto e quanto spettante in base ai nuovi importi. In caso di dichiarazione negativa, non spetterà alcun beneficio;
  2. sono beneficiari di altri sussidi pubblici inferiori ad € 600,00 (come ad es. cassa integrazione ordinaria e in deroga, stipendi, pensioni, pensioni sociali, pensione di inabilità, reddito di cittadinanza, Naspi, Rei, contributi connessi a progetti personalizzati di intervento, altre
    indennità speciali connesse all’emergenza coronavirus ecc.).In tal caso potrà essere riconosciuto un importo pari alla differenza tra quanto percepito e gli importi indicati alla voce “IMPORTO DEL BUONO SPESA”, sulla base dei componenti il nucleo familiare.
    In caso di avanzo di ulteriori risorse, saranno erogati ulteriori buoni spesa ai beneficiari fino ad esaurimento delle risorse (in proporzione ai buoni assegnati).
    Qualora le risorse non fossero sufficienti a soddisfare tutte le richieste i buoni verranno assegnati nei limiti delle risorse disponibili.
    Si precisa che nel caso di domande già presentate, sarà necessario rendere la dichiarazione, (Allegato C ) debitamente sottoscritta e corredata dal documento di riconoscimento, di continuare a possedere i requisiti dichiarati nella domanda che potrà avvenire in sede di assegnazione.
    FINALITA’:
    Il bonus alimentare è volto ad integrare il reddito familiare per quanto attiene alla gestione della spesa di generi alimentari o di prima necessità, in costanza della situazione di emergenza epidemiologica in
    atto.
    ESCLUSIONI:
    Sono esclusi dall’erogazione del suddetto bonus i nuclei familiari percettori di reddito/pensione di cittadinanza o qualsiasi forma di sostegno pubblico di importo mensile superiore all’importo
    massimo spettante rispetto ai numero dei componenti del nucleo familiare, come da tabella qui di seguito riportata.
    IMPORTO DEL BUONO SPESA. Varia a seconda della composizione del nucleo familiare, secondo la seguente tabella:
    COMPOSIZIONE DEL NUCLEO FAMILIARE IMPORTO
    Nuclei da 1 persona € 200,00
    Nuclei da 2 persone € 350,00
    Nuclei da 3 persone € 450,00
    Nuclei da 4 persone € 550,00
    Nuclei da 5 o più persone € 600,00
    DOCUMENTAZIONE DA CONSEGNARE: autodichiarazione debitamente sottoscritta e corredata da documento di riconoscimento, ai sensi del DPR 445/2000 comprovante la condizione di indigenza, lo stato di bisogno, l’ essere in condizione di non poter soddisfare le necessità più urgenti ed essenziali, in quanto esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica da virus Covid-19 , nonché la percezione di altri eventuali sussidi utilizzando lo schema allegato ( Allegati A e B ) .
    TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE: Le domande dovranno pervenire agli indirizzi di posta elettronica : politiche.sociali1@libero.it; protocollo.cutro@asmepec.it; o tramite
    whatsApp al n° 3714413955, a partire dal 24/04/2020 fino al 30.04.2020.
    CONTROLLI: L’Amministrazione comunale, ed in particolare l’Area Affari generali provvederà ad effettuare gli opportuni controlli successivi, in ordine alla veridicità delle attestazioni riportate
    nell’autodichiarazione pervenuta.
    TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI: Tutti i dati di cui verrà in possesso l’Amministrazione comunale saranno trattati nel rispetto del Codice Privacy D.Lgs. 196/2003 e del Regolamento UE 2016/679.
    INFORMAZIONI: Per ogni ulteriore informazione, gli interessati potranno contattare gli Uffici comunali ai seguenti numeri tel. 0962/7771209 -0962/7771211 – 0962/7771210.(FONTE:SITO INTERNET COMUNE DI CUTRO)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.